Sanremo 2020: Intervista a Fasma
Comments Off

Sanremo 2020: Intervista a Fasma

interviste

Fasma è stato uno dei protagonisti della sezione Nuove Proposte  del 70esimo Festival di Sanremo con il brano “Per sentirmi vivo”. Oggi ci presenta il suo nuovo album “Io sono Fasma“, in prossima uscita il 28 febbraio. Il giovane artista ci ha parlato della sua musica e del senso di condivisione che vuole dare al pubblico con la sua musica…Ecco la nostra intervista!

Ciao Tiberio! Innanzitutto complimenti per Sanremo, com’è stato questo percorso?

Pazzesco! È andato tutto benissimo ad ogni livello ma soprattutto a livello personale perché Per sentirmi vivo è entrato nel cuore delle persone. Le persone hanno fatto loro un mio testo ed è questa la cosa più incredibile. Ora la prossima tappa è sentir cantare le mie canzoni insieme a me in un live.

Cosa ti ha inspirato nella stesura del testo?

Io generalmente parto sempre dal mio vissuto anche se non specifico mai un evento in particolare nelle parole. Credo che ogni testo sia molto personale per chiunque ed è bello che magari una stessa frase possa essere interpretata da diverse persone in maniera differente. Ed è per questo che si dice che la musica unisce.

E parlando proprio di emozioni, qual è la canzone del nuovo album a cui più tieni?

Per me tutte le canzoni sono come dei bambini perciò non voglio dare alcuna preferenza. Ad ogni pezzo ho dedicato tutto me stesso così come anche GG ha dedicato tutto se stesso per la parte strumentale.

Hai dedicato così lo stesso lavoro a tutte le tracce? Hai avuto difficoltà particolari con qualcuno dei brani?

No, non c’è stata una traccia che abbiamo dovuto inserire a tutti i costi, una così non l’avremmo mai messa. Stiamo facendo uscire musica perché vogliamo condividere un nostro progetto.

Nel nuovo album ci sono tre collaborazioni, come sono nate?

Sono tre collaborazioni con tre amici, tre ragazzi che fanno parte dell’etichetta discografica e con cui è iniziato tutto. Sono innanzitutto tre amici, oltre che tre identità fortissime a livello musicale e che rispetto molto. La collaborazione è nata semplicemente come un gruppo che vuole far musica insieme, sono persone che fanno parte della mia realtà e comprendono a pieno ogni parola scritta. Sono molto fiero di dire che sono queste le tre persone in cui credo ogni giorno.

Hai già in mente nuove collaborazioni? Con chi sogneresti di incidere?

Al momento non ho una risposta, ti posso solo dire che probabilmente una delle nostre idee è che il prossimo FEAT in uscita non sarà in italiano. Sarebbe interessante andare con la nostra musica fuori dall’Italia e creare connessione.

Sei pronto per il nuovo tour?

Sì, non ci si ferma mai: dopo Sanremo ci siamo fermati giusto per una settimana e ora siamo pronti per scendere in campo. Sono fiero di quello che ho nell’album e ora lo voglio portare ovunque.

Il festival di Sanremo quest’anno ha compiuto 70 anni, qual è la tua canzone del cuore?

Ti dirò che non ho una traccia preferita di Sanremo, provando a rispondere però mi è rimasta impressa Ti regalerò una rosa di Simone Cristicchi.

Se dovessi descrivere la tua musica con una sola parola quale sceglieresti? E perché?

Sensibilità: la sensazione dettata dal contatto con la realtà, non potrei mai cantare qualcosa che non sento mio.

AstronaveMusica - Copyright © 2016

Search

AstronaveMusica - Copyright © 2016 All Rights Reserved

Back to Top