Amor Vincit Omnia, MiAmi 2019 (Day 3)
Comments Off

Amor Vincit Omnia, MiAmi 2019 (Day 3)

LIVE

La quindicesima edizione del Mi Ami continua con i suoi imperdibili e travolgenti show a cui noi non siamo ovviamente mancati.

26 Maggio 2019: per noi è la seconda giornata di festival che decidiamo di inaugurare alla collinetta (sul palco Joauè) con Angelica – ex leader dei Santa Margaret e reduce dagli opening del tour italiano di Miles Kane -.
La cantautrice dai capelli ricci e con due grandi occhi azzurri che completano uno stile molto anni ’90 presenta il suo album d’esordio Quando finisce la festa. Artista dal grande talento, alterna le sue esibizioni tra chitarra acustica, elettrica, basso, tastiera e sul finale pure tamburello. Quello di Angelica è un live davvero emozionante: si passa dalla delicata e commovente Due anni fa a sonorità molto più movimentate con Bambina Feroce. La sua voce intensa riesce a scaldare il pubblico che si prepara alla pioggia imminente del cielo di Milano di cui, come canta nel frattempo lei, “non ci si può fidare”.
Chiude il concerto con la title-track del disco, brano alla quale è particolarmente affezionata e che le permette di dare un’ulteriore prova delle sue doti vocali. Accompagnata da bravissimi musicisti, Angelica riesce a creare uno spettacolo così coinvolgente che i presenti non si allontanano nemmeno alle prime gocce d’acqua. Felice, ringrazia la sua band e le persone venute ad ascoltarla e lascia il posto ad un’altra cantautrice altrettanto brava su cui ci soffermiamo brevemente prima di iniziare un giro dei palchi: Any Other. Adele Nigro (questo il suo vero nome) dimostra un grande talento per la sua giovane età. L’artista presenta il suo ultimo album in inglese Two Geography e lo fa imbracciando una chitarra con un pubblico accorso numeroso sotto la pioggia per sentirla.
Dopo Any Other ci spostiamo al palco Retrò dove DueDitaNelCuore sta allestendo il merchandising per gli Spaghetti Unplugged che inizieranno a breve. Cominciano a spuntare i primi ospiti e sappiamo che dopo la mezzanotte salirà on stage Cimini, ma non mancheranno altre sorprese.

 

 

Dopo una pausa per cenare, passiamo dal palco Tidal – dove Dimartino ha appena iniziato un concerto – per dirigerci al Weroad – dove Ginevra sta preparando l’esibizione per presentare il suo disco d’esordio Ruins -. Il live di quest’ultima catapulta il pubblico in un’altra dimensione, le canzoni dai suoni delicati e raffinati danno prova delle grandi abilità da musicista della cantautrice torinese che alterna i brani tra due tastiere e la chitarra. Chiude lo spettacolo con Forest che crea una dimensione magica resa ancora più poetica dalla pioggia che inizia a cadere delicatamente. Il suo album, interamente in inglese, dimostra le grandi doti di quest’artista così giovane ma già così talentuosa.
Facendo un ultimo giro dei palchi passiamo dalla collinetta dove ad esibirsi ora c’è La rappresentante di Lista a presentare il nuovo disco Go-Go Diva, per poi passare di nuovo dal Tidal dove sta chiudendo il suo concerto Luca Carboni fino a tornare al palco retrò degli Spaghetti Unplugged.
Grande sorpresa dell’evento acustico più amato è la performance – a mezzanotte passata – di Noemi, Arisa e Angelica sulle note di Amarsi Un Po’ che chiude in bellezza l’ultima serata del Mi Ami festival.

AstronaveMusica - Copyright © 2016

Search

AstronaveMusica - Copyright © 2016 All Rights Reserved

Back to Top