Rovazzi non è il nemico pubblico ma solo l’evoluzione di se stesso
Comments Off

Rovazzi non è il nemico pubblico ma solo l’evoluzione di se stesso

cult, news

A 15 anni tutti Youtubers, questo è il ricambio generazionale”.

Non posso far altro che citare Fabri Fibra per descrivere quello che ci assale oggi non appena accendiamo il computer.

 Però fino a qualche anno fa non era così, YouTube (ed il web più in generale) non era una moda che permettesse a chiunque di mostrare il grado di separazione dal proprio cervello, magari spinto sin dal primo video da chissà quale management, ma solo uno strumento per molti di lanciarsi (penso allo stesso Fedez, Clio Make-Up e qualche altro) in un contesto che differisse totalmente dalla TV o dalla Radio che tendono ad imporre le solite facce e le solite voci.

Ma è proprio grazie a questi management che anche il Web sta diventando la terza forza di imposizione. Così gli Youtubers fanno dischi, film, programmi e libri dalla dubbia qualità ed autenticità ma che vendono un sacco pur togliendo un posto a qualcuno che forse un disco, un film o un libro vero e proprio meriterebbe davvero di farlo.

Questo è anche quello che tutti hanno pensato non appena “Andiamo a comandare” è entrata di prepotenza nella nostra estate a fare di Rovazzi una star e di conseguenza il nemico pubblico. Perché si sa, la cosa peggiore che si può fare in Italia è avere successo.

E se vi dicessi che non è certo lui il nemico pubblico?

Fabio Rovazzi è uno di quelli che ha iniziato a fare video di suo pugno e che hanno riscosso successo per simpatia e per la sua cosiddetta propensione a “bucare lo schermo”.

Le sue canzoni non sono nient’altro che l’evoluzione dei suoi video che scopiazzati da tutti sono diventati non dico noiosi ma quantomeno monotoni.

Ed è qui che arriva il colpo di genio (con la gentile collaborazione dell’amico Fedez): dare nuova linfa cantando i suoi video.

Non è infatti un caso che abbia realmente puntato tutto sui suoi videoclip, nei quali troviamo almeno uno sketch che esula dalla canzone, che è li a fare da sfondo o a descrivere le situazioni grottesche che vediamo sullo schermo e che sono da lui interpretate fino a farne un tormentone. Tutto con l’aiuto di personaggi che poco hanno a che fare con la musica ma tanto col web che rimane il filo conduttore della sua storia.

Non è quindi forse il caso di cambiare obbiettivo e volare insieme a Rovazzi?

AstronaveMusica - Copyright © 2016

Search

AstronaveMusica - Copyright © 2016 All Rights Reserved

Back to Top